Google Ads Performance Max come e quando testarle e soprattutto come ottimizzarle

Google Ads Performance Max come e quando testarle e soprattutto come ottimizzarle

Google Ads Performance Max come e quando testarle

in pratica google mette a disposizione di tutti delle campagne ad altissima intelligenza artificiale e ci dice che:
la campagna ha la priorità sulle altre tanto da invitarci a fermarle

ma se io da anni guadagno bene da ad esempio una shopping smart non ho nessuna voglia di andargli a rompere le scatole tanto meno di fermarle

Quindi che fare? ho fatto diversi test

Google Ads Performance Max come ottimizzarle

Test A
la campagna Performance Max affianca le attuali campagne (shopping intelligente, standard, ricerca, Dsa, discovery, display ecc)
Risultato: mi sembra che si compri i clic migliori lasciando alle altre gli avanzi
Roas buono, ma peggiorano le altre

Test B
la campagna Performance Max sostituisce le attuali campagne (shopping intelligente, standard, ricerca, Dsa, discovery, display ecc)
Risultato: mi sembra che si compri i clic migliori lasciando alle altre gli avanzi
Roas buono

Test C
la campagna Performance Max affianca le attuali campagne (shopping intelligente, standard, ricerca, Dsa, discovery, display ecc) ma attingendo i dati da un merchants center distinto senza così andare a intaccare le altre campagne
Risultato: sembra andare molto bene
Roas migliorato

Test D
faccio 2 campagna Performance Max in affiancamento alle attuali campagne (shopping intelligente, standard, ricerca, Dsa, discovery, display ecc) ma attingendo i dati da 2 merchants center distinti senza così andare a intaccare le altre campagne ne competere fra loro, le due campagne divergono per il setting interno
Risultato: simile al caso C
Roas migliorato

è ancora presto per trarre conclusioni

ma è certo che qualità del feed e dei tracciamenti sono oggi la principale discriminante

nella foto alcuni esempi di test passati

podcast

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Fammi sapere cosa ne pensi