News Marketing del 28 Aprile 2021 by Fabio Antichi

Cattura

🍀 #NewsMarketing anti-afrodisiache 😛
1 ✅ #Brighton SEO 2021 riassunto Susanna N.
2 ✅ Strategie #Youtube Domenico Pacifico
3 🥜 #GA4 Import Offline Events Marco Peca
4 🥜 Pagamenti in app per #telegram Marco Peca
5 🥜 Classifica tasso di #conversione ecommerce Antonio Lombardi
6 ✅ #SEO for #Ecommerce
7 🥜 GoogleAds #Quality Score formula revealed
8 🥜 #Beta #GoogleAds campagna automatica Marco Coco
9 ✅ I tweets #SEO più importanti Luisella Curcio
10 ✅ International #Women’s Day Helder Monaco
11 ✅ Non ti senti #sicura parte la diretta Sabrina Santoro
12 ✅ #VisualSiteMapper #tool alberatura sito Antonio Mattiacci
13 ✅ #Amazon corteggia #Esslunga Samuele Camatari
14 ✅ Amazon saloni di #bellezza Marketing Ignorante
15 ✅ #DuckDuckGo block FLoC Alessio Pomaro
16 ✅ #FLoC FLOP Google? Nicolò Fasce
17 ✅ In arrivo #iOS 15 Sonia Adamo
18 ✅ Importanza del #Packaging Maria Luisa D’Urso
19 ✅ #GoogleDiscovery come e quando Denis Ferrara
20 🥜 Come google riconosce gli #autori
21 ✅ #LinkedIn nuovo ads per eventi Belinda Weibel
22 ✅ Gestione #inventario ecommerce Giovanni Cappellotto
23 ✅ Attenzione alla #NegativeSEO ⚠️ AvantGrade
24 🥜 Big Google and local algorithm #update
25 ✅ Ottimizzare #carrello Carmine Pucino
26 🔹 Corn flakes anti-afrodisiaci

PODCAST
Spreaker
Spotify
Podcasts.apple
Google Podcast

1 Brighton SEO 2021 riassunto Susanna N.
fonti

2 Strategie Youtube Domenico Pacifico
Il vostro OBBIETTIVO è quello di conquistare e spostare gli spettatori di un altro creator verso il vostro canale e trasformarli in ISCRITTI.
La STRATEGIA per perseguire l’OBBIETTIVO è quella di penetrare la fortezza di un altro creator – il suo canale – non solo senza destare alcun sospetto, ma portando valore al suo lavoro e alla sua community. E tutto questo senza MAI fare alcun riferimento al vostro canale, ai vostri video.
La TATTICA comprende tutte quelle attività che circondano la nascita, la vita e la morte di un commento.
fonti

3 GA4 new feature Import Offline Events Marco Peca
Why do we consider it one of the most important features ever? Well, through this function you will be able to import any type of data within the Google Analytics 4 ecosystem. You may understand this new feature is definitely a game changer!
fonti

4 Pagamenti in app per telegram Marco Peca

5 Classifica tasso di conversione ecommerce Antonio Lombardi
Nel 2017 Statista ha classificato i siti di e-commerce più visitati in Italia per tasso di conversione: come si scopre dall’infografica, si aggira fra i 1% e 3%. Eppure ancora oggi tutti siamo concentrati sul “portare traffico” mentre solo in pochi si dannano l’anima per incrementare questa percentuale.
fonti
fonti

6 SEO for Ecommerce Websites
A Step-By-Step Guide
fonti

7 Google Ads: The Quality Score formula revealed!
fonti

8 #Beta #GoogleAds campagna automatica Marco Coco
Un 🐦 mi ha detto che #Google introdurrà entro l’anno una #Beta di campagna #GoogleAds rivoluzionaria:
– Totalmente automatizzata
– Su rete #Discover
– Su rete #Display
– Su #Youtube e #Gmail
– Su Rete di Ricerca #Search! 🤯
fonti

9 I tweets SEO più importanti Luisella Curcio
Uno strumento che ogni settimana mostra i tweets SEO più importanti e da non perdere: utile per chi vuole aggiornarsi sugli argomenti più importanti del settore, senza impiegare troppo tempo nella selezione delle fonti.
https://www.seotweets.io/fonti

10 International Women’s Day Helder Monaco
International Women’s Day promosso da Google Developer Group sarà online anche con il chapter GDGTreviso.
Ospiti dell’evento: Juna Salviati Veronica Rizzo Maria Luisa D’Urso Lucia Isone Floriana Capone
Questo evento ospita una tavola rotonda e vari talk su una vasta gamma di argomenti: dalla local strategy fino alla legislazione relativa agli ecommerce, GDPR, e molto, molto altro.
fonti

11 Non ti senti sicura, parte la diretta Sabrina Santoro
Nasce da questo insight l’idea di #donnexstrada, una pagina #Instagram che a qualsiasi ora del giorno risponde ai messaggi di aiuto e fa partire una diretta Instagram pubblica o privata – in base alla volontà della persona – per avere testimoni in caso di aggressione o molestia.
fonti

12 #VisualSiteMapper #tool alberatura sito Antonio Mattiacci
✅ È molto semplice ed intuitivo e, soprattutto, è gratis. Ricorda un po’ il Crawl Diagram di Screaming Frog…
fonti

13 Amazon corteggia Esslunga Samuele Camatari
L’interesse su Esselunga da parte di Amazon, se dovesse essere confermato, cosa cambierebbe nello scenario odierno?
fonti

14 Amazon saloni di bellezza Marketing Ignorante
In Inghilterra, la realtà aumentata permette ai clienti dell’Amazon Salon di provare taglio e colore dei capelli prima di effettuare la decisione.
Bezos ha deciso di aprire questo maxi salone di 140mq in uno dei quartieri trendy di Londra (Spitalfields) in un momento molto particolare: l’Inghilterra sta tornando alla normalità dopo mesi di chiusura e le attività riprendono a lavorare a pieno regime.
fonti

15 #DuckDuckGo block FLoC Alessio Pomaro
Fonti

16 FLoC FLOP per Google? Nicolò Fasce
FLoC (Federated Learning of Cohorts) o grande FLOP per Google?
Il progetto FLoC di Google (l’alternativa al tracciamento tramite cookie o se preferite la “Privacy Sandbox technology for interest-based advertising”) non sta avendo un grande successo fra gli altri grandi player del web.
Il team di sviluppo di WordPress (quasi il 41% dei siti web è realizzato con questa piattaforma) ha proposto di considerarlo come un “security concern”:
Anche i browser Edge e Firefox non vogliono seguire questa tecnologia.
Allo stato attuale l’unico browser che la implementerà sarà Chrome che detiene circa il 64% del mercato.
Basterà a Google questa percentuale per uscirne indenne?
fonti

17 In arrivo #iOS 15 Sonia Adamo
il progetto sarà presentato ufficialmente alla #WWDC (Worldwide Developers Conference) fissata dal 7 all’11 giugno 2021.
Introdurrà molti cambiamenti dal punto di vista del #design e delle specifiche tecniche, ma soprattutto tutelerà maggiormente la #privacy dei possessori di #dispositivi #Apple.
Con il nuovo #aggiornamento, infatti, tutte le #app di terze parti che raccolgono informazioni sensibili sugli #utenti tramite #tracker speciali verranno bloccate.
Gli utenti, inoltre, avranno a disposizione un menù in cui viene riportato un elenco di tutti i #dati personali richiesti dalle #app installate sul dispositivo.
fonti

18 Importanza del Packaging Maria Luisa D’Urso
fonti

19 #GoogleDiscovery come e quando Denis Ferrara
Particolarmente utile per far “scoprire” il proprio #brand o il proprio prodotto/servizio, se ben impostata ed integrata in una strategia completa questa campagna può portare veramente dei bei risultati.🎯
fonti

20 Come google riconosce gli autori
Google’s John Mueller describes a technique called reconciliation which is used to recognize when different content across the web belongs to the same author.
fonti

21 LinkedIn nuovo formato pubblicitario per eventi Belinda Weibel
Ieri LinkedIn ha implementato il nuovo formato pubblicitario per gli eventi. Hai già scoperto l’annuncio dell’evento nel tuo Campaign Manager?
È disponibile per i seguenti obiettivi della campagna:
🗓️ del marchio
🗓️ visite al sito Web
🗓️ impegno
L’annuncio può essere utilizzato se esiste un evento LinkedIn e l’URL di destinazione porta quindi all’evento su LinkedIn. Quindi sembra un singolo annuncio di lavoro facile per gli eventi LinkedIn.
fonti

22 Gestione inventario ecommece Giovanni Cappellotto
fonti

23 Attenzione alla #NegativeSEO ⚠️ AvantGrade.com – AI First Digital Marketing Agency
Scopri cos’è, quali conseguenze può avere e soprattutto come difenderti da chi non gioca secondo le regole.
fonti

24 Big Google and local algorithm update
Starting around Friday, April 23rd or so, there seems to have been an unconfirmed Google Search ranking algorithm both on the web search results side and the local search results side. There is chatter in the SEO forums, coupled with the automated tracking tools picking up big changes, it does seem like we had some sort of unconfirmed update.
fonti

25 Ottimizzare #carrello #eCommerce Carmine Pucino
fonti

26 Corn flakes anti-afrodisiaci
La storia dei corn flakes ha origine nel tardo XIX secolo, quando un gruppo di avventisti del settimo giorno iniziò a sviluppare un nuovo cibo che rispettasse le regole della loro severa dieta vegetariana. I membri di questo gruppo sperimentarono molti cereali diversi, tra cui grano, riso, avena e, ovviamente, mais. Nel 1894 il dottor John Harvey Kellogg, soprintendente di un sanatorio a Battle Creek (Michigan), e avventista, usò questa ricetta nella dieta vegetariana imposta ai suoi pazienti, che escludeva anche alcolici, tabacco e caffeina[2][3][4].
La dieta che imponeva era costituita solamente da cibi insipidi: era infatti un sostenitore dell’astinenza sessuale e seguiva i precetti di Sylvester Graham che riteneva che i cibi dolci o piccanti potessero aumentare le passioni, mentre i corn flakes avrebbero avuto un effetto anti-afrodisiaco[5]. Questa idea dei corn flakes cominciò con un incidente, quando il Dr. Kellogg e suo fratello, Will Keith Kellogg, lasciarono un po’ di semi di grano cotto a raffreddare, mentre risolvevano dei problemi al sanatorio.
Quando ritornarono, videro che il grano era diventato raffermo, ma dato che avevano un budget ristretto, decisero di continuare a lavorarlo appiattendo il grano con dei rulli, sperando di ottenere lunghe sfoglie di impasto. Con loro sorpresa, quello che ottennero invece furono flakes (fiocchi), che tostarono e servirono ai loro pazienti. Questo accadde approssimativamente il 14 aprile del 1894, e il 31 maggio il prodotto fu brevettato con il nome di Granose[6].
I fiocchi di grano, serviti con del latte, divennero ben presto un cibo molto popolare tra i pazienti, tanto che i fratelli Kellogg cominciarono a sperimentare la ricetta con altri cereali. Nel 1906, Will Keith Kellogg, che lavorava come direttore amministrativo del sanatorio, decise di lanciare il prodotto sul mercato, fondando una sua azienda, la Kellogg’s. Per fare ciò, litigò con il fratello al riguardo dell’aggiunta dello zucchero nei fiocchi per rendere il sapore più gradevole e adatto ad un pubblico più vasto. I corn flakes furono il suo primo prodotto commercializzato.
Per aumentare le vendite, nel 1909 aggiunse una offerta speciale, il Libretto divertente degli animali scomponibili della jungla, dato a chiunque comprasse due confezioni di cereali. Questo stesso premio fu offerto per 23 anni. Nel frattempo, Kellogg cominciò la sperimentazione con nuovi cereali per aumentare la sua linea di prodotti. I Rice Krispies, il suo grande successo, furono messi in vendita per la prima volta nel 1929. Un ex-impiegato della Kellogg’s, C. W. Post, fondò una azienda rivale che divenne il secondo marchio di corn flakes negli Stati Uniti, i Post Toasties[7].
fonti

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Fammi sapere cosa ne pensi