News Marketing del 3 Agosto 2020 by Fabio Antichi

Cattura

🍀 Agosto HOT anche per google e amichetti 😛
Congressi, acquisizioni e novità senza sosta 😅😅

✅ Congresso USA pubblica informazioni su Google Marco Maltraversi
✅ Newsletter su LinkedIn
⚠️ Le truffe dell’e-commerce: il Brushing Scam Riccardo Porta
✅ Ottimizzazione del titolo SEO
🥜 TikTok Microsoft rassicura Trump, le trattative per l’acquisizione proseguono
✅ Shopify sorpassa Ebay per numero di vendite Fabio Attadio
👉🏻 Il 41% della prima pagina di Google contiene collegamenti a prodotti Google
📞 Il pixel 4a dovrebbe arrivare oggi
✅ L’Australia rivela come farà pagare Google e Facebook per le notizie

🤩 Ogni dubbio domanda e sopratutto punto di vista è sempre benvenuto!
Grazie mille!😛

👀


Congresso USA pubblica informazioni su Google
https://judiciary.house.gov/uploadedfiles/466453.pdf

Il documento che svela i dati su Google


http://dibix.it/documenti/congresso_google.pdf

Shopify sorpassa Ebay per numero di vendite Fabio Attadio
https://www.marketplacepulse.com/articles/shopify-overtakes-ebay

Newsletter su LinkedIn
un nuovo formato con cui aumentare la tua portata nel più grande social network professionale
si tratta di un formato a cui si accede solo su invito , e per ora il social network non accetta le richieste per diventare l’autore dei suoi bollettini. Tuttavia, è prevedibile che non ci vorrà molto per aprirsi a tutti gli utenti.
Come creare la tua newsletter su LinkedIn
Se ricevi l’invito da LinkedIn a creare le tue newsletter sul loro social network, tutto ciò che devi fare è selezionare l’opzione “Scrivi un articolo” nella parte superiore della schermata iniziale. Questo link ti porterà direttamente allo strumento di pubblicazione.
In esso è necessario premere l’opzione “crea una newsletter”. Come faresti su base regolare, dovrai aggiungere un titolo, la descrizione, il testo dei tuoi contenuti e aggiungere un’immagine. Una volta terminato, devi scegliere l’opzione “Fine”

Newsletters en LinkedIn: un nuevo formato con el que aumentar tu alcance en la mayor red social profesional

Ottimizzazione del titolo SEO
https://searchengineland.com/advanced-tactics-for-seo-title-tag-optimization-338514

Le truffe dell’e-commerce: il Brushing Scam Riccardo Porta
Società che vendono online su Aliexpress o Amazon, ti rubano l’identità, aprono degli account e ti mandano dei pacchi (così loro possono dimostrarne la spedizione ma non il contenuto) per poi auto-lasciarsi delle recensioni.
Tutto questo è fatto per scalare il ranking dei rivenditori sui vari #marketplace.
https://www.linkedin.com/posts/riccardo_marketplace-ecommerce-brushingscam-activity-6694879398040088576-VFzx

TikTok, il ceo di Microsoft rassicura Trump. E le trattative per l’acquisizione proseguono
Microsoft ha reso noto che intende proseguire le trattative con la cinese ByteDance per l’acquisizione negli Usa di TikTok, il social più amato dai giovanissimi di tutto il mondo. L’annuncio dopo che il ceo Satya Nadella ha parlato col presidente americano Donald Trump.
Il numero uno del gigante hitech ha fatto sapere di aver rassicurato il tycoon, impegnandosi a venire incontro a tutte le sue preoccupazioni. Preoccupazioni che avevano portato il presidente Usa a frenare sul possibile accordo.
https://www.repubblica.it/economia/2020/08/03/news/tiktok_microsoft_avanti_trattative_per_acquisizione-263569051/

Il 41% della prima pagina di Google contiene collegamenti a prodotti Google
I risultati di uno studio recente mostrano che quasi la metà delle inserzioni nella prima pagina dei risultati di ricerca sono costituite da collegamenti a prodotti Google.
Questi numeri destano preoccupazione per il fatto che Google stia favorendo i propri servizi e, in molti casi, li posiziona davanti ai concorrenti.
Osservando solo il 15% superiore di una pagina dei risultati di ricerca, è stato riscontrato che i prodotti Google occupano il 63% dei risultati.
Si dice che il 15% superiore delle SERP sia l’equivalente del primo schermo su un iPhone X prima di scorrere verso il basso.
Questa è forse la statistica più dannosa dell’intero rapporto: “Per una ricerca su cinque nel nostro esempio, i collegamenti a siti Web esterni non sono stati affatto visualizzati nella prima schermata”.
Questi dati provengono da uno studio condotto da The Markup, che ha coinvolto un’analisi di oltre 15.000 query popolari.
La scoperta chiave che emerge dal rapporto è che il 41% della prima pagina dei risultati di ricerca di Google è occupata da Google stesso.
Il markup ha fornito un esempio di una ricerca di tendenza dell ‘”infarto miocardico” in cui i primi 4 risultati nella pagina erano proprietà di Google. È tornato:
Definizione del dizionario di Google.
Una casella “anche le persone chiedono”
Un pannello di conoscenza
Una giostra “condizioni correlate” che porta a ulteriori ricerche su Google
È stato riscontrato che un utente avrebbe dovuto scorrere quasi a metà pagina prima di ottenere il primo risultato organico.
Un portavoce di Google ha risposto a questo studio e ha contestato le sue conclusioni sulla base del fatto che alcuni risultati non devono essere considerati proprietà di Google.
https://www.searchenginejournal.com/41-of-googles-first-page-contains-links-to-google-products/375954

Il pixel 4a dovrebbe arrivare oggi
https://www.theverge.com/2020/8/1/21350893/google-pixel-4a-launch-iphone-se

L’Australia rivela come farà pagare Google e Facebook per le notizie
“È in gioco niente di meno che il futuro del panorama mediatico australiano”, afferma Canberra.
L’Australia è costretta a costringere Google e Facebook a pagare le società dei media per i loro contenuti di notizie, ai sensi del progetto di legge pubblicato venerdì.
Il Codice di contrattazione obbligatorio per i media e le piattaforme digitali, inizialmente impostato su base volontaria ma reso obbligatorio a causa dell’impatto della pandemia di coronavirus sulle entrate pubblicitarie degli editori, è stato elaborato dalla Commissione australiana per la concorrenza e i consumatori (ACCC). Ha lo scopo di affrontare gli “squilibri di potere contrattuale acuti tra le imprese di notizie australiane e Google e Facebook”, ha affermato l’ACCC in una nota.
https://www.politico.com/news/2020/08/02/australia-google-facebook-news-390388

Condividi

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email

Fammi sapere cosa ne pensi